L.U.C XP Urushi Year of the Ox

Condividi
Linkedin

Il ricorso ai métier d’art della lacca Urushi per celebrare il calendario cinese

 

Eleganza, opulenza, padronanza delle tecniche tradizionali: la collezione L.U.C ricorre nuovamente ai codici estetici delle più raffinate tecniche dell’artigianato asiatico per realizzare il segnatempo L.U.C XP Urushi Year of the Ox. Questa serie limitata di 88 esemplari di grande raffinatezza, dedicata all’anno del Bufalo di Metallo propizio ai raccolti e alla saggezza, esibisce un profilo ultrapiatto. Il quadrante in lacca Urushi, realizzato dai maestri laccatori giapponesi, raffigura una scena che ricorda gli antichi e faticosi lavori, l’umile prosperità e un’eleganza intramontabile. Il movimento di manifattura L.U.C 96.17-L è la testimonianza del savoir-faire degli artigiani di Chopard Manufacture in orologeria.

Dal 2013 Chopard dedica un segnatempo di Haute Horlogerie L.U.C al segno di ogni anno zodiacale cinese. L’orologio, sempre realizzato in una serie limitata di 88 pezzi, è progettato sulla base degli esemplari ultrapiatti L.U.C XP ed esibisce un quadrante realizzato secondo la tecnica Urushi del Maki-e che abbina laccatura e polvere d’oro; le raffigurazioni sono sempre cariche di forte significato simbolico. Nel 2021, anno del Bufalo, come da tradizione la Maison propone una straordinaria creazione in oro etico rosa 18 carati: l’orologio L.U.C XP Urushi Year of the Ox.

 

Scopri l'orologio

 

Un segnatempo di grande simbolismo

 

L’anno del Bufalo di Metallo inizierà il 12 febbraio 2021 per concludersi il 31 gennaio 2022. Il bufalo, segno di Terra e simbolo del dodicesimo mese lunare, rappresenta un periodo propizio alla natura e alle colture. L’animale veglia benevolo sulla fertilità del terreno e l’abbondanza dei raccolti che, per svolgersi nel modo corretto, deve basarsi su un clima di serenità.

L’anno è un periodo di tranquillità e, di conseguenza, di saggezza e ottimismo, di moderazione e di dialogo. Si basa anche sulla valorizzazione del lavoro manuale in senso lato, un auspicio che Chopard coglie per presentare una delle sue realizzazioni più artistiche.

 

 

Il frutto di un minuzioso procedimento di artigianato

 

Fedele alla tradizione degli orologi legati allo zodiaco cinese, Chopard lavora da sempre con i migliori artigiani laccatori giapponesi che realizzano i quadranti secondo la tecnica tradizionale della lacca Urushi. Gli 88 quadranti del segnatempo L.U.C XP Urushi Year of the Ox sono realizzati dai laboratori della centenaria azienda Yamada Heiando, a mano del Maestro laccatore Minori Koizumi.

Secondo la tecnica del Maki-e, tra gli strati di lacca estratta dalla linfa dell’albero Toxicodendron vernicifluum, le pagliuzze d’oro illuminano lo sfondo sul quale risalta un bufalo dorato dall’abbondante vello, con le corna diritte, imbrigliato a un carretto. Il quadrante in oro, madreperla e lacca colorata, reca sia i simboli legati all’agricoltura sia quelli dell’Imperatore.

 

 

Una grande raffinatezza tecnica

 

La cassa del segnatempo L.U.C XP Urushi Year of the Ox è realizzata in oro rosa 18 carati proveniente da una filiera di approvvigionamento etico di cui Chopard è pioniera. Con i suoi 39,5 mm di diametro, evidenzia una lunetta sottile che permette al quadrante di beneficiare di un’ampia apertura. Il segnatempo L.U.C XP Urushi Year of the Ox, oltre alle linee armoniose e alle raffinate decorazioni, vanta anche uno spessore di soli 6,80 mm.

 

Prestazioni meccaniche

 

Per realizzare un orologio ultrapiatto, Chopard ha fatto ricorso al movimento di manifattura L.U.C 96.17-L di soli 3,30 mm di spessore che, nonostante le dimensioni ridotte, è a carica automatica tramite micro-rotore. Questa massa oscillante decentrata in oro 22 carati di piccole dimensioni è integrata nello spessore del calibro e garantisce un’inerzia elevata che permette di caricare efficacemente entrambi i bariletti. Secondo la tecnologia Chopard Twin, questi immagazzinano l’energia necessaria affinché il L.U.C XP Urushi Year of the Ox garantisca una riserva di carica totale di 65 ore. Tolto dal polso, l’orologio manterrà l’ora esatta per oltre due giorni e mezzo, ossia la durata di un lungo fine settimana.

 

 

 

 

 

Torna al blog